condizioni-generali-di-vendita

1) PARTI DEL CONTRATTO
Per parte venditrice s’intende la società fornitrice dei materiali e/o prodotti oggetto della fornitura,
che emetterà fattura per gli stessi materiali.
Per parte acquirente s’intende l’intestatario delle fatture concernenti i materiali di cui si tratta.

2) ORDINI
L’ordine è irrevocabile da parte dell’acquirente ma non impegna la venditrice se non è accettato per
iscritto dalla stessa. In ogni caso, poiché l’esecuzione dell’ordine da parte della venditrice comporta
accettazione dello stesso, l’ordine non potrà essere revocato una volta che lo stesso sia stato immesso
nel sistema di produzione.
E’ espressamente esclusa la facoltà dell’acquirente di recedere unilateralmente dal contratto.

3) PREZZI – PAGAMENTO
I prezzi relativi a ciascuna vendita sono quelli indicati nel relativo ordine di acquisto. Tasse, imposte,
spese relative all’emissione di effetti bancari o all’eventuale regolarizzazione del contratto sono a
carico dell’acquirente.
Il ritardo nei pagamenti fa maturare automaticamente, senza necessità di alcuna formale costituzione
in mora, interessi di mora al tasso previsto dall’art. 5 del D.Lgs. 231/2002.

4) CONSEGNA
La venditrice si impegna a rispettare i termini di consegna pattuiti.
I fatti che impediscano o ritardino la spedizione dei materiali come, in via esemplificativa ma non
esaustiva ,, scioperi del personale dipendente o ritardi dei fornitori di materie prime, beni e servizi
che rendano estremamente difficile od oneroso procedere all’acquisizione delle materie o dei servizi
necessari alla produzione, per eventi non addebitabili a parte venditrice, cessazioni o sospensioni
nella fornitura di energia elettrica o acqua da parte delle aziende erogatrici, cause di infortunio sul
lavoro con conseguente chiusura dei locali di produzione, nonché divieti di importazione, scioperi
(anche aziendali) ed altri fatti che impediscano o ritardino la produzione e/o la lavorazione, sono
convenzionalmente considerati cause di forza maggiore e la venditrice non potrà essere ritenuta
responsabile del ritardo della consegna. Nei casi sopra citati, la venditrice potrà ritardare la consegna
per l’intero periodo decorrente dal verificarsi di una causa di forza maggiore sino alla sua cessazione
senza alcun onere o penale di ritardo
Il termine di consegna è indicativo e decorre dal momento in cui sono stati forniti e definiti
irrevocabilmente tutti gli elementi del contratto, sempreché l’acquirente abbia effettuato
puntualmente il pagamento delle rate scadute. Qualora sussistano pagamenti insoluti, anche
relativamente a precedenti forniture, la venditrice ha facoltà di sospendere l’esecuzione del contratto
sino a che i pagamenti non siano stati effettuati e le siano state fornite idonee garanzie per le rate a
scadere.
E’ facoltà della venditrice di procedere a consegne parziali.

5) SOSTA E MAGAZZINAGGIO DELLA MERCE
Dal ricevimento dell’avviso di merce pronta per la spedizione o per il collaudo, l’acquirente dovrà
ritirare i materiali ordinati, o, in caso di consegna a destino, dovrà richiederne la spedizione. In difetto,
i materiali potranno essere stoccati con addebito dei costi di movimentazione e magazzinaggio; la
venditrice si riserva, inoltre, il diritto di spedire i materiali in porto assegnato all’acquirente, o di
depositarli a spese dello stesso.
Decorsi 7 giorni dall’avviso di merce pronta, sarà in ogni caso emessa regolare fattura e decorreranno
i termini di pagamento.
Le eventuali spese di sosta, magazzinaggio o attesa sono a carico dell’acquirente, anche nel caso in
cui la merce sia venduta franco destino ed il trasporto avvenga con mezzi della venditrice o da questa
commissionati.

6) MODIFICHE AI PRODOTTI
La venditrice si riserva il diritto di apportare ai propri prodotti le modifiche che reputi necessarie,
senza alcun obbligo di preavviso all’acquirente, purché non venga alterata la funzionalità del prodotto.
La venditrice non è tenuta ad apportate alle merci già prodotte, o in corso di produzione, destinate
all’acquirente, le modifiche applicate successivamente all’ordinazione.

7) DIVIETO DI AZIONE
Per nessuna ragione o motivo l’acquirente può promuovere azione legale nei confronti della venditrice
se prima non abbia adempiuto ai pagamenti contemplati nel contratto ai sensi e per gli effetti dell’art.
1462 Cod. Civ..
L’acquirente dichiara comunque di rinunciare sin d’ora a richiedere danni o spese derivanti da un uso
improprio della merce, o verificatisi durante il tempo occorrente per la sostituzione, eventualmente
autorizzata, della medesima, o per la sostituzione stessa ed in ogni caso derivanti dall’uso della merce
riportante vizi palesi o facilmente riconoscibili

8) SPEDIZIONI E TRASPORTI
La merce viaggia a rischio e pericolo dell’acquirente anche per vendite effettuate franco destinazione
salvo diversa pattuizione scritta.
Quando l’acquirente non specifichi tempestivamente il mezzo di spedizione esso verrà scelto da chi
spedisce, senza alcuna responsabilità da parte della venditrice.
Qualsiasi spedizione effettuata dall’acquirente per merci in contestazione, da sostituirsi per cambio
previa autorizzazione, deve essere eseguita in porto franco – stabilimento della venditrice, citando
sempre il riferimento fornito dall’assistenza clienti, rimanendo, in caso contrario, in facoltà della
venditrice di rifiutare il ricevimento, con esonero da qualsiasi responsabilità.

9) CONSEGNA E CONTROLLI SUI PRODOTTI
L’acquirente è tenuto a verificare i materiali al momento della consegna. Eventuali ammanchi devono
essere denunciati all’atto della consegna, a pena di decadenza del diritto al reclamo, mediante
annotazione nel documento di trasporto.

10) GARANZIE
La venditrice garantisce che la fornitura dei materiali è corrispondente alle caratteristiche e condizioni
specificate nella conferma d’ordine. La garanzia assolta dalla venditrice non sarà rinnovata alle parti
riparate e/o sostituite.
La venditrice non assume responsabilità nel caso di ripristini effettuati da terzi.
Particolari garanzie e/o certificazioni possono essere rilasciate, se richieste specificatamente
dall’acquirente, al conferimento dell’ordine.
Interventi diretti o a mezzo personale non autorizzato dalla venditrice, modifiche non autorizzate,
l’impiego del prodotto per fini diversi da quelli previsti e l’inosservanza delle indicazioni fornite dalla
venditrice in ordine all’utilizzo del prodotto comporteranno la decadenza dal diritto di garanzia.
I materiali che presentano vizi palesi non devono essere utilizzati dall’acquirente, in difetto
l’acquirente decade da ogni garanzia.
La garanzia è operante solamente se il cliente è in regola con i pagamenti ed ha in ogni caso una
durata di 12 mesi.
Eventuali garanzie aggiuntive o di durata superiore ai 12 mesi avranno validità solo se specificamente
concordate tra le parti in forma scritta.
La garanzia non opererà con riferimento a quei Prodotti i cui difetti sono dovuti a (i) danni causati
durante il trasporto; (ii) un uso negligente o improprio degli stessi; (iii) inosservanza delle istruzioni
di Montanari Giulio & C. srl relative al funzionamento, manutenzione ed alla conservazione dei
Prodotti; (iv) riparazioni o modifiche apportate dal Cliente o da soggetti terzi senza la previa
autorizzazione scritta di Montanari Giulio & C. srl
La garanzia non copre danni e/o difetti dei Prodotti derivanti da anomalie causate da, o connesse a,
parti assemblate/aggiunte direttamente dal Cliente o dal consumatore finale

11) TERMINI DI RECLAMO
I reclami, di qualsiasi genere, devono essere avanzati per iscritto alla venditrice entro otto giorni dal
ricevimento del materiale a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, intendendosi l’acquirente
decaduto, dopo tale termine, da ogni diritto di reclamo per vizi e/o per mancanza di qualità e/o per
difformità dei materiali venduti.

12) DEFINIZIONE DELLA NON CONFORMITA’
Una contestazione in atto non comporta la risoluzione dell’ordine ed è, altresì, esclusa ogni
responsabilità della venditrice per danni diretti e/o indiretti eventualmente subiti dall’Acquirente, fato
salvo il limite previsto dall’art. 1229 c.c.
In caso di fornitura a consegne ripartite, eventuali reclami, anche se tempestivi, non esonerano
l’acquirente dall’obbligo di ritirare la restante quantità di materiali ordinati.
Qualora le contestazioni risultino infondate, la venditrice addebiterà le spese dei sopralluoghi e di
eventuali perizie anche di terzi.
Eventuali reclami o contestazioni, sollevati sia in via di azione che di eccezione, non danno diritto alla
sospensione dei pagamenti.
Nel caso in cui le contestazioni risultassero fondate a seguito di accertamento sul materiale non
conforme effettuato dai tecnici della venditrice, si possono verificare i seguenti casi:
a) riparazione a cura dell’acquirente: l’obbligo della venditrice è limitato al pagamento di un equo
indennizzo, preventivamente concordato tra le parti;
b) riparazione a cura della venditrice: l’obbligo della venditrice è limitato al ripristino del
materiale in accordo con la conferma d’ordine. Il ripristino sarà eseguito presso il proprio
stabilimento, salvo diversi accordi scritti con la parte sostituzione del materiale riconosciuto
non conforme nello stesso luogo della consegna primitiva, previa restituzione dello stesso;
c) materiale reso senza sostituzione: l’obbligo della venditrice è limitato al pagamento di un
indennizzo nel limite massimo del corrispettivo del materiale stesso, previa restituzione.

13) PATTO DI RISERVATO DOMINIO
Nel caso di vendita a rate, fino a quando l’acquirente non avrà provveduto all’integrale pagamento
del prezzo, le merci oggetto della fornitura rimarranno di proprietà della venditrice e potranno essere
dalla stessa rivendicate dovunque si trovino, anche se unite od incorporate a beni di proprietà
dell’acquirente o di terzi, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1523 e segg. c.c. Durante il periodo suddetto
l’acquirente assumerà gli obblighi e le responsabilità di custode delle cose fornite e non potrà alienare,
dare in uso o in pegno, muovere, lasciare sequestrare o pignorare tali prodotti senza dichiarare la
proprietà della venditrice e senza darne immediato avviso alla stessa a mezzo di raccomanda a.r.

14) INADEMPIMENTI DELL’ACQUIRENTE-RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
Il mancato pagamento – anche di una sola rata- del prezzo pattuito alle scadenze stabilite, comporterà
per l’acquirente la decadenza dal beneficio del termine ai sensi e per gli effetti dell’art. 1186 Cod. Civ.
e la venditrice potrà agire per ottenere l’intera differenza di prezzo ancora dovutale, oppure per la
risoluzione del contratto, ai sensi dell’art. 1456 c.c., da comunicarsi con lettera raccomandata a.r.
In tale seconda ipotesi, l’acquirente dovrà restituire immediatamente la merce, e dovrà corrispondere
una penale di Euro 50,00 giornaliere per ogni giorno di ritardo in tale restituzione. Resta salvo il
risarcimento del maggiore danno.
La venditrice potrà inoltre trattenere le rate già riscosse a titolo di indennizzo, salvo i maggiori danni
subiti.
15) RECESSO DAL CONTRATTO
La venditrice avrà altresì la facoltà di recedere dal contratto senza alcun onere, qualora sappia
dell’esistenza di protesti di titoli, nonché dell’avvio di procedure giudiziarie monitorie, ordinarie,
concorsuali anche extragiudiziarie a carico dell’acquirente; in ogni caso avrà diritto a sospendere
l’adempimento delle obbligazioni derivanti dalla Vendita dei prodotti, in base all’art. 1461 del Codice
Civile Italiano, nel caso in cui le condizioni patrimoniali del Cliente divenissero tali da porre in serio
pericolo il conseguimento della controprestazione salvo che sia prestata idonea garanzia; potrà altresì
sospendere l’adempimento delle obbligazioni derivanti dalla Vendita dei prodotti, in base all’art. 1461
c.c. in caso di ritardo nei pagamenti per ogni e qualsivoglia fornitura, anche diversa da quella per la
quale viene chiesta la prestazione, superiore a giorni 30

16) DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE
I Diritti di Proprietà Intellettuale sono di totale ed esclusiva proprietà di Montanari Giulio & C. Srl e la
loro comunicazione o utilizzo nell’ambito delle presenti Condizioni di Vendita non crea, in relazione ad
essi, alcun diritto o pretesa in capo al Cliente. Il Cliente si obbliga a non compiere alcun atto
incompatibile con la titolarità dei Diritti di Proprietà Intellettuale.
Il Cliente dichiara che: (i) Montanari Giulio & C. srl è l’esclusiva titolare dei Marchi; (ii) si asterrà
dall’utilizzare e dal registrare marchi simili e/o confondibili con i Marchi; (iii) utilizzerà i Marchi
esclusivamente in ottemperanza alle istruzioni di Montanari Giulio & C. srl ed esclusivamente per i fini
di cui alle presenti Condizioni di Vendita.

17) CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA
Montanari Giulio & C. srl avrà facoltà di risolvere, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1456 del Codice
Civile Italiano, in qualsiasi momento mediante comunicazione scritta da inviare al Cliente, la singola
Vendita nel caso di inadempimento delle obbligazioni previste dagli articoli: 3 (Prezzi e pagamento);
16 (Diritti di Proprietà Intellettuale).

18) FORO COMPETENTE
Qualsiasi controversia derivante dall’interpretazione, applicazione, esecuzione, risoluzione del
contratto e/o delle presenti “Condizioni generali di vendita” o comunque ad essi relativa, verrà
devoluta in via esclusiva alla competenza del Foro di Modena.

Data e luogo
Firma Firma
Si dichiara di accettare le clausole di cui alle condizioni di vendita sopra riportate ai sensi e per gli
effetti di cui agli artt. 1341 e 1342 c.c.; in particolare si accettano espressamente le clausole: 2), 4),
5), , 7), 8), 9), 10), 11), 12), 13), 14), 15), 17), 18).